Risparmiare energia grazie all’isolamento termico si può!

logo coibentare casa per facebook

Tutte le abitazioni presenti al mondo hanno superfici verticali esterne e superfici di copertura.

Le superfici verticali comprendono muri e finestre , la copertura il tetto.

Ci sono case indipendenti che hanno tutte le superfici confinanti con l’esterno, case che fanno parte di condomini che hanno soltanto le pareti perimetrali confinanti con gli esterni (ad eccezione degli ultimi piani), case che hanno solo alcuni lati confinanti con gli esterni.

In una casa dotata di sistema di isolamento termico, i costi di riscaldamento sono contenuti e all’interno di questa abitazione avremo un ideale sensazione di benessere termico.

Diversamente in una casa con evidenti problemi di isolamento termico (pareti non isolate, tetto non isolato, infissi vetusti) riscaldare questi  ambienti è un po’ come scaldare un ambiente con le finestre completamente aperte!!! Risultato:  casa fredda,  costi ingenti di riscaldamento e mancato benessere termico!

Cosa bisogna isolare?

Ovviamente le case indipendenti vanno isolate completamente ai lati (pareti) e sopra ( tetto).

Le abitazioni che fanno parte di un condominio vanno isolate ai lati (pareti esterne) e gli ultimi piani anche al tetto.

Dispersione-casa2

Perché isolare pareti e tetto?

Una parete o un tetto non isolati sono superfici che lasciano attraversare facilmente il calore prodotto nella casa e lasciano passare facilmente il freddo presente all’esterno. Compito di un sistema di coibentazione termica è quello di creare una “barriera termica” tra interno ed esterno impedendo così al caldo prodotto nella casa di uscire e al freddo esterno di entrare!

Questo concetto vale esattamente anche per la stagione estiva con il caldo esterno e il rinfrescamento prodotto internamente con un condizionatore: una casa isolata consente di trattenere in modo molto efficace il fresco prodotto all’interno, impedendone la dispersione verso l’esterno!

In una casa non isolata, con pareti e tetto disperdenti, continueremo a scaldare l’aria esterna senza che noi internamente ci riscaldiamo! Questo è il concetto che dovremmo metterci in testa per investire oggi e stare bene domani.

Isolamento termico un costo o un investimento ?

Nella ristrutturazione della casa, l’isolamento termico è evidentemente un costo immediato per chi deve sostenerlo ma ovviamente con un ritorno economico sicuro e garantito , pertanto non è un costo bensì un investimento!!!

Il ritorno economico di questo investimento varia in funzione della superficie dell’abitazione, delle superfici delle pareti e/o del tetto da isolare, della zona climatica di appartenenza.

A questo costo iniziale, oltre al ritorno economico dovuto al risparmio in bolletta per le minori dispersioni termiche che l’edificio ha in seguito ai lavori di coibentazione, occorre aggiungere i vantaggi fiscali tuttora vigenti che consentono di detrarre fino al 65% della spesa complessiva!

Il risparmio economico dovuto ad un ottimo isolamento termico va dal 30 al 60%  e il guadagno di gradi centigradi di un sistema di coibentazione va da 1 fino a 4 gradi centigradi recuperati rispetto a prima!

Il calcolo che ognuno di noi può ipotizzare è questo:

Ho una casa di 100 mq non isolata e per scaldarla spendo ogni anno 1200 euro di energia.

Con 1800- 2000 euro realizzo un isolamento termico per insufflaggio delle pareti .

Considerando che oltre la metà di questo costo lo recupero grazie agli incentivi  fiscali ( detrazione al 50 o 65%) , del restante costo sostenuto ( 800-1000 euro circa) avendo un risparmio annuo di circa 300-400 euro è evidente che in soli 2-3 anni riesco a recuperare la spesa sostenuta! Trascorsi i quali comincio a guadagnare!

Prima realizzo  un isolamento termico della mia casa  prima comincio a guadagnare!!!

Quale sistema per isolare la tua casa?

ISOLAMENTO DELLE PARETI ESTERNE

La coibentazione  dei muri esterni può essere realizzata dall’esterno, dall’interno o nell’intercapedine.

Tutti i sistemi di isolamento termico hanno vantaggi termici ed economici finali. La scelta dell’uno rispetto all’altro dipende da ragioni economiche, di spazio, di permessi.

Infatti se il cappotto esterno rappresenta una tecnica efficace e molto efficiente,  è sicuramente la più costosa, e se ci troviamo in un condominio non possiamo pensare di farlo da soli ma solo con il consenso unanime di tutti i condomini! Spesso agli ingenti costi di realizzazione vanno ad aggiungersi necessità di ponteggi ed esigenze di portare fuori soglie di davanzali e ante di scuri o persiane.

CAPPOTTO pannelli tassellati

La coibentazione dall’interno è un intervento di costo medio, che toglie spazio alla casa, necessita di sistemare impianti e scatole elettriche e dei sistemi possibili  è il meno efficace!

Lastre-preaccoppiate - isolamento interno

L’isolamento termico delle intercapedini (insufflaggio) costituisce un sistema di coibentazione autonomo ed efficace e molto economico rispetto al cappotto, si realizza in un solo giorno e senza disagi per il cliente, può essere realizzato dall’interno o dall’esterno e scegliendo il prodotto ideale si raggiungono ottimali risultati termici complessivi.

Consigli utili

Rivolgersi sempre a degli esperti del settore prima di prendere una decisione affrettata.

Una consulenza professionale infatti vi aiuterà a definire i punti critici della vostra casa e a scegliere la tecnica migliore per la coibentazione della vostra abitazione.

Risparmiare oggi si può e si deve e soprattutto mai come ora è necessario farlo !